© 2019 Michela D'Acquisto

Ryan Heshka
Midnight Movie
Antonio Colombo Arte Contemporanea, Milano
November 22, 2018 – January 26, 2019



Ryan Heshka, Chromatose, 2018, oil on canvas


Antonio Colombo Arte Contemporanea is proud to present Midnight Movie, the fourth exhibition of the Canadian artist Ryan Heshka in the gallery's spaces, curated by Michela D'Acquisto.

Ryan Heshka, whose artistic production is undeniably influenced by the stylistic expression of the pulp magazines and B movies that have always fascinated him, on the occasion of his new exhibition pays tribute to the bizarre and dreamlike atmospheres of the latter, re-elaborating them in order to give life to a one-of-a-kind body of works.
The “midnight movies” to which the artist refers were low-budget horror films of dubious quality, which, in the United States of the fifties, were aired after the usual programming. Precisely because of their unsophistication, today, rather than causing terror, they turn out to be amusing both for the naive scenic devices and for the improbability of the plots. Heshka appropriates not only the aesthetics, but also the spontaneous approach of these, painting in a manner not dissimilar from the one they were shot in: in one-take, never mind the fact that the acting or the direction were anything but perfect. What results therefore is a series of mature works featuring a dynamic and energetic painting style, strongly narrative, which suggest a surprising evolution if compared to the previous ones, while keeping its distinctive characteristics unaltered.
In a singular overlap of familiar and at the same time inaccessible images, the artist's peculiar figures alternate with indefinite, almost abstract forms. No more meticulous details, thus, but vibrant brushstrokes of color on dark and distorted backgrounds, grainy and out of focus textures. In interpreting, as an impulsive mode of escapism from reality, his own fantasies on paper and on canvas, Ryan Heshka explores the scenes of a feverish midnight movie broadcast in a foreign language – recognizable, in fragments, only by the plane of the subconscious.

On show: paintings and works on paper.

Antonio Colombo Arte Contemporanea è lieta di presentare Midnight Movie, la quarta mostra personale dell'artista canadese Ryan Heshka negli spazi della galleria, a cura di Michela D'Acquisto.

Ryan Heshka, la cui opera artistica è innegabilmente influenzata dall'espressione stilistica dei pulp magazines e dei B movies che da sempre lo affascinano, in occasione della sua nuova mostra rende omaggio alle atmosfere bizzarre e oniriche di questi ultimi, rielaborandone tuttavia le suggestioni per dare così vita a un corpo di lavori unico nel suo genere.
I “film della mezzanotte” ai quali l'artista fa riferimento erano pellicole a basso costo dal contenuto horror di dubbia qualità, che, negli Stati Uniti degli anni Cinquanta, venivano mandate in onda dopo la programmazione abituale. Proprio a causa della loro rudimentalità, oggi, più che suscitare terrore, fanno sorridere sia per gli ingenui espedienti scenici sia per l'inverosimiglianza delle trame. Heshka si appropria non solo dell'estetica, ma anche dell'approccio spontaneo di questi, dipingendo in maniera non dissimile da quella in cui erano girati: in un'unica ripresa, poco importa che la recitazione o la regia fossero tutt'altro che perfetti. Ciò che ne risulta è dunque una serie di opere mature, dalla pittura dinamica ed energica, fortemente narrative, che suggeriscono una sorprendente evoluzione rispetto alla produzione precedente, pur mantenendone inalterati i caratteri distintivi.
In una singolare sovrapposizione di immagini familiari e nel contempo inaccessibili, le peculiari figure dell'artista si alternano a forme indefinite, quasi astratte. Non più dettagli minuziosi, quindi, ma vibranti pennellate di colore su sfondi cupi e distorti, textures sfocate e sgranate. Nell'interpretare, come modalità impulsiva di escapismo dalla realtà, le proprie fantasie sulla carta e sulla tela, Ryan Heshka esplora le scene di un delirante film di mezzanotte trasmesso in lingua straniera – riconoscibile, in frammenti, soltanto dal piano del subconscio.

In galleria saranno presenti dipinti e lavori su carta.